Corso di Recitazione Accademia delle Arti Roma

“Lasciati andare e impara a conoscerti” questa è l’idea che sta alla base del lavoro didattico dell’attore e regista Ugo Bentivegna, per il quale insegnare è condividere le proprie esperienze professionali con i suoi studenti.
L’esperienza artistica/professionale del docente nel teatro, nella televisione e nel cinema, fornirà agli studenti la capacità di conoscere i diversi linguaggi del mondo della recitazione, effettuando un lavoro sulla verità, principio cardine del corso, che insegnerà ai ragazzi che recitare è essere, non fingere.
Attraverso un lavoro sulla conoscenza di sé l’allievo, partendo dalle proprie emozioni verrà traghettato all’interno del favoloso mondo della recitazione.
Tramite lo studio degli elementi principali dell’attore quali, corpo, spazio, voce e fantasia, il corso di recitazione teatrale e cinematografica, che l’accademia delle arti propone, darà all’allievo tecnica e consapevolezza del mestiere dell’attore nei diversi linguaggi recitativi.
L’analisi sul personaggio, sull’improvvisazione, sull’interpretazione e sull’immedesimazione saranno i principali punti sui quali l’allievo dovrà cimentarsi.
Monologhi, scene, copioni e improvvisazione saranno proposti agli studenti durante le lezioni.
Il corso inoltre aiuterà a gestire l’ansia da audizione, la paura della telecamera e a far sentire il ragazzo più sicuro di se.
Il corso ha lo scopo di far conoscere e sperimentare le regole base della recitazione teatrale e cinematografica (partendo dall’utilizzo della voce e del corpo all’interno di uno spazio scenico e nel rapporto con gli altri), imparando le regole principali del mestiere su un set cinematografico.
Si imparerà inoltre il linguaggio cinematografico attraverso la conoscenza della macchina da presa, delle tecniche di mimica facciale e corporea.
A tale scopo verranno riprese alcune scene prima in chiave teatrale e successivamente in chiave cinematografica.
Il lavoro sull’improvvisazione invece verterà sul quarto elemento fondamentale per ogni attore, la fantasia, per cui lasciarsi andare è l’unico strumento per conoscere il potenziale dentro ognuno di noi.

“Attori si diventa…non si nasce!”