corso-di-dizione-e-fonetica-roma-accademia-delle-arti

Il corso di Dizione e Fonetica che l’attore e regista Ugo Bentivegna propone presso Arti & Spettacolo ha come base il corretto utilizzo del diaframma e quindi una corretta emissione della voce che non sforzerà la corde vocali ma farà forza sul muscolo diaframmatico.
A tutti fa piacere ascoltare una bella voce, chiara, pulita, elegante e tutti potrebbero averla, basta studiarla.
Il corretto utilizzo della fonetica articolatoria, assieme ad una dizione perfetta, fa si che la nostra voce acquisti pienezza e piacevolezza per chi ci ascolta.
La fonetica è la branca della linguistica relativa alla sostanza dell’espressione che studia la produzione e la percezione di suoni linguistici (foni), e le loro caratteristiche.

Branche della fonetica sono:
– la fonetica articolatoria  (o fisiologica), che studia il modo in cui vengono prodotti i suoni, riferendosi agli organi preposti alla fonazione (i quali nel complesso prendono il nome di “apparato fonatorio”), della loro fisiologia, ovvero del processo di fonazione, e dei criteri di classificazione;
– la fonetica acustica, che descrive le caratteristiche fisiche dei suoni linguistici e il modo in cui si propagano nell’aria;
– la fonetica sensitiva, che studia il modo in cui i suoni vengono percepiti dall’apparato uditivo;
– la fonetica sperimentale o strumentale, lo studio della produzione dei suoni linguistici attraverso l’utilizzo di determinati strumenti, come il sonografo.
Con “fonetica” ci si riferisce solitamente alla fonetica articolatoria, in quanto le altre due si sono sviluppate in un’epoca più recente e, soprattutto, la fonetica uditiva necessita ancora di chiarimenti da parte dei linguisti anche per quanto riguarda
molte delle attività dell’apparato uditivo, attualmente ancora sconosciute.

È importante però fare una distinzione tra fonetica e fonologia . Con quest’ultima facciamo riferimento al livello della linguistica relativo alla forma dell’espressione, ai cosiddetti fonemi, cioè la rappresentazione dei singoli elementi lessicali.

La dizione è il modo in cui vengono articolati i suoni che compongono il  linguaggio.
Con questo termine si intende, oltre alla mera pronuncia delle parole, l’insieme dei meccanismi della  fonetica articolatoria e, in generale, la fisiologia della produzione del linguaggio orale.

Riveste una notevole importanza in campi come la recitazione (attori e doppiatori), la declamazione in pubblico (uomini politici) o, ad esempio, nel giornalismo radio-televisivo.

Il corso di dizione partirà dalle regole base delle 7 vocali fonetica per poi concentrarsi sulla corretta pronuncia delle S delle Z sul suono GL, sulle C su tutte quelle pronunce che spesso si sbagliano.

Docente del corso di Dizione e Fonetica: Ugo Bentivegna